PERCHÉ IL LABRADOR RETRIEVER

pepi_startHo lavorato in Terapia Assistita dal Cane per dieci anni, prima di trasferirmi nel Lazio, su incarico delle ASL, dei Servizi Sociali, del Tribunale dei Minori e di diverse onlus sul territorio di Taranto e provincia. Quando ho cominciato, cercavo un cane da lavoro robusto, quindi ho escluso i cani da grembo e quelli di piccola taglia. Volevo un cane dall’aspetto accattivante e simpatico che ispirasse fiducia, che non fosse associabile a guardia, difesa, lotta, quindi ho escluso il Pastore Tedesco, il Dobermann, il Rottweiler, i Molossi, i Cani Primitivi e i Levrieri. Desideravo un cane dalla bassa aggressività specie-specifica e intraspecifica, perciò ho escluso i Terrier e i Pastori in genere. Il cane ideale doveva essere allegro e con una gran voglia di compiacere. Così ho provato il Labrador Retriever e il Golden Retriever, e per un breve periodo ho impiegato e allevato entrambe le razze. Ma il cane giusto doveva possedere anche una forte tempra, essere caldo, sicuro di sé, poco incline a turbarsi e a offendersi. La razza dei miei sogni esisteva: Labrador, ovviamente!

101

“E siamo al mondo per trasferire. Niente ci appartiene e nessuno è di nessuno. Io trasferisco creature nelle famiglie che le meritano e loro camminano nel mondo. Perché se sai fare qualcosa, non è giusto tenerla per te.” (Gioia)

Ultimo aggiornamento:  lunedì,15 ottobre 2018 alle 11:25


Allevamento amatoriale “DEI CANI DI GIOIA” riconosciuto ENCI-FCI
di Gioia Granito
Selezione esclusiva del Labrador Retriever

Via Pratozzo 2, Artena (RM) – Tel.: 06 9669052 – email: gioia.granito@gmail.com

siamo su: www.cucciolilabradoritalia.com

Segnalato da dogsitter.it

ENTRA